g80-fronte

Si aprono le danze del Photokina 2016, con Panasonic che ha appena tenuto una conferenza stampa colma di novità. Inizierei subito con la Panasonic G80 che è già pronta per la vendita, in quanto la GH5 – di cui parleremo con un prossimo articolo – arriverà nel 2017. La numerazione è una novità, in quanto la serie G ha avuto finora una sola cifra – l'ultima è stata la G7 (recensione) – e sembra anche incoerente con il resto della linea, che normalmente vedeva il numero doppio correlato a modelli inferiori rispetto quelli a numero singolo (basti vedere GX8 e GX80). In questo caso, invece, la G80 non è solo erede della G7 ma rappresenta anche un avanzamento nella lineup. Rimane uno step indietro rispetto le GH, ma apporta miglioramenti rilevanti alla serie G.

g80-battery-grip

Molto simile internamente alla GX80 (recensione), si differenzia per lo stile da reflex, qui proposto in un corpo ancora più ergonomico. Le differenze con la serie GH vanno praticamente a scomparire, con l'utilizzo di un telaio in magnesio, tropicalizzazione e la presenza di un battery grip opzionale (DMW-BGG1). All'interno c'è un sensore Live MOS da 16MP senza filtro low pass, nel quale è stata introdotta la tecnologia Dual I.S. simile a quella già vista sulle GX ma qui arrivata alla sua seconda generazione. Avremo dunque la possibilità di sfruttare stabilizzazione ottica e sul sensore combinate, così da ottenere i migliori risultati sia lato foto che video. L'otturatore è stato completamente riprogettato rispetto quello della G7, con riduzione dello shutter stock ed una velocità massima di 1/4000 in modalità meccanica e 1/16000 grazie a quella elettronica.

g80-top

Sono ovviamente confermati tutti i punti forti delle ultime Panasonic, in particolare le funzionalità di messa a fuoco legate al Defocus AF e tutte quelle connesse alla registrazione video 4K. Oltre alla registrazione di filmati con tale risoluzione, si potranno infatti catturare raffiche JPG da 8MP fino a 30fps grazie al 4K Photo o creare video dinamici con il 4K Live Cropping. È ormai uno standard lo schermo da 3" articolato e touch screen da 1 milione di punti, mentre cresce il mirino, passando da un ingrandimento dello 0,7x su G7 e GX80 ad uno di 0,74x.

g80-retro

Tanta sostanza in questo nuovo modello, con la classica efficienza di Panasonic e le sue migliori tecnologie, tra cui anche l'immancabile Wi-Fi. La G80 arriverà sul mercato ad ottobre, con un prezzo di 899€ per il solo corpo e di 999€ in kit con il 12-60 f/3,5-5,6 OIS, mentre si sale a 1299€ per avere il tuttofare 14-140mm.