Feedly sotto attacco DDoS: due volte in due giorni

Dopo la scomparsa di Google Reader, uno dei servizi che si è subito imposto tra i migliori è stato Feedly. Sia il sito web che l'account sincronizzabile con i vari client RSS, come ReadKit (recensione) o Reeder (recensione), hanno fatto incetta di account di ex utenti di Google Reader, fornendo peraltro un comodo strumento di importazione automatica delle sottoscrizioni. Oggi Feedly è tra i servizi di accesso ai feed RSS più utilizzati al mondo e questa sua leadership ha stimolato dei malviventi ad un attacco informatico. Nella giornata di ieri il servizio è stato offline per alcune ore a causa di un attacco DDoS a cui è seguita una richiesta di riscatto per "liberare" i server. La dirigenza di Feedly ha deciso di non piegarsi al ricatto ed hanno provveduto a sistemare le cose con un duro lavoro di codice, presumibilmente sui firewall. Così nella serata il servizio è ritornato online per la gioia di tutti i suoi utenti che si sentivano spaesati senza poter accedere alle ultime notizie del web con semplicità. Purtroppo però i cracker non si sono fatti da parte e quest'oggi è stato lanciato un secondo attacco DDoS che è tutt'ora in corso, mandando nuovamente i server di Feedly in tilt.

feedly-ddos

Sul blog del servizio è apparso un breve post dal titolo "Denial of service attack (part 2)", nel quale ci viene spiegato che è stato sferrato un secondo attacco e che stanno lavorando per risolvere i problemi. Come nel caso di ieri, i dati dei sottoscrittori sono al sicuro, ma si scusano per l'inconveniente ed assicurano che ci faranno avere informazioni sullo stato di avanzamento dei lavori.

ddos

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.