Sette nuovi modelli iPad fanno capolino nel Database della Commissione Economica Eurasiatica

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Roberto Vigna, Riccardo Innocenti.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

Si sbircia in quel di Mosca. No, non traete conclusioni affrettate: non ci riferiamo né alla Guerra Fredda né tantomeno alla politica globale odierna piuttosto tesa. In questo caso è una sbirciata in senso pacifico, che ha avuto come obiettivo la raccolta d'indizi riguardo le prossime potenziali mosse di Apple. La Commissione Economica Eurasiatica si è rivelata negli ultimi anni foriera di codici identificativi per le nuove generazioni di prodotti cupertiniani, con una predilezione per gli iPad. Nella seconda metà di febbraio 2018 anticipò in modo corretto A1893 e A1954, rivelatisi poi gli identificativi per l'iPad da 9,7" di sesta generazione, rispettivamente nelle varianti Wi-Fi e Cellular. Ora il database russo ritorna alla carica, in anticipo e ancor più in forze.

Per riepilogare un attimo il ruolo della Commissione Economica Eurasiatica prima di procedere, è un organo che regola gran parte degli aspetti legali e commerciali che legano tra loro la Russia ed alcune altre repubbliche ex-sovietiche, svolgendo un ruolo simile alla Commissione Europea ben più nota dalle nostre parti, pur non altrettanto esteso. Tutti i dispositivi dotati di sistemi per la codifica dei dati che le aziende vogliono vendere nei Paesi membri devono essere obbligatoriamente registrati con buon anticipo rispetto l'effettivo inizio della commercializzazione.

Se l'anno scorso erano due gli identificativi rinvenuti, stavolta sono addirittura 7, tutti scoperti dal sito indiano MySmartPrice: A2123, A2124, A2126, A2153, A2154, A2133 e A2152. A sapere a quali futuri iPad effettivamente possano corrispondere, anche lo scorso anno di fatto l'abbiamo saputo solo dopo l'evento Apple di fine marzo. Sappiamo solo di per certo dalle registrazioni che si tratta di tablet con iOS 12 preinstallato. Per tutto il resto, l'unica cosa fattibile in questo scenario è ipotizzare e nemmeno in maniera completa. Diamo per buoni che, in maniera analoga al 2018, due identificativi corrispondano all'erede dell'iPad da 9,7" nelle varianti Wi-Fi e Cellular; considerando le indiscrezioni di alcuni mesi fa relativi ad un ritorno dell'iPad mini, altri due possono essere assegnati alla sua nuova generazione. Ne restano tuttavia fuori tre, che non si sa a quale famiglia di iPad possano appartenere, considerando esclusa a priori quella Pro essendo con ogni probabilità destinata ad aggiornarsi in autunno. Possibile che almeno uno di questi sia in realtà l'iPod touch con USB-C rumoreggiato alcuni giorni fa, erroneamente classificato come tablet? Ogni opzione è sul tavolo, ma meglio non volare troppo con la fantasia. Aspettiamo gli sviluppi.

Giovanni "il Razziatore"

Deputy - Ho a che fare con i computer da quando avevo 7 anni. Uso quotidianamente OS X dal 2011, ma non ho abbandonato Windows. Su mobile Android come principale e iOS su iPad. Scrivo su quasi tutto ciò che riguarda la tecnologia.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.