MacBook M2 poco richiesti: Apple interrompe la produzione per due mesi

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Nicolò Maronato, Paolo Massignan.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

Per lanciare un nuovo prodotto sul mercato servono sufficienti scorte e, per realizzarle, è necessario lavorare di anticipo. Inoltre, si sa, la richiesta iniziale scema progressivamente, così come ci sono dei periodi caldi per le vendite, come quello natalizio. Spesso sentiamo parlare di tagli alla produzione di questo o quel dispositivo nel modo errato, come se significasse automaticamente che venda meno del previsto, quando invece può trattarsi del suo normale ciclo vitale. Quello che riporta 9to5mac, però, sembra essere un caso diverso.

Secondo recenti analisi della catena produttiva, pare che TSMC abbia completamente interrotto la fornitura dei chip M2 nei mesi di gennaio e febbraio a seguito della ridotta richiesta di MacBook. Già nel precedente trimestre Tim Cook aveva commentato la contrazione delle vendite dei Mac facendo presente il particolare periodo storico per l’industria, ma anche e soprattutto che la prima generazione di computer con Apple Silicon ha rappresentato un evento eccezionale per il cambio di architettura e il relativo successo dei MacBook con M1.

Ad ogni modo, un blocco produttivo di due mesi sembra suggerire qualcosa di più, ricordandoci che gli M2 non sono stati portatori di un upgrade sostanzioso. Gli M3, al contrario, sembrano più promettenti. Ed è anche per questo che Apple potrebbe anticiparne l’arrivo sul mercato già nel corso del 2023 (presumibilmente nella seconda metà dell’anno).

Alcuni link presenti nell'articolo possono presentare codici di affiliazione con i partner sponsorizzati.
Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.